Segna Bulevardi, poi il baratro (1-3). Le pagelle

Al Bonolis biancorossi in balia delle onde e dell'Albinoleffe
22 ottobre 2016
TERAMO - (jacopodifrancesco) Difficile da spiegare, ma soprattutto da accettare. Seppur con le solite difficoltà, il Teramo ha giocato un primo tempo dignitoso, con la prodezza in area di Bulevardi - unico da salvare - che aveva messo la gara sui binari giusti. Poi il vuoto, quell'aggressività che sopperiva a una manovra perlopiù latitante sparisce, l'Albinoleffe prende campo anche con pochi uomini e con il minimo sforzo trova tre reti. Il baratro.
3-5-2 per Nofri con Petrella davanti al posto di Croce; Alvini risponde con un rombo conservativo.
Bulevardi concretizza Il Diavolo comincia bene, padrone della trequarti avversaria, gli uno contro uno rendono i biancorossi pericolosi nonostante sulle fasce arrivi solo il sostegno di D'Orazio; Di Paolantonio è costretto ad accentrarsi per fluidificare. Sono Steffè e Bulevardi ad impegnare la retroguardia biancazzurra sono Steffè e Bulevardi. L'unico squillo degli ospiti è di Virdis, poi lo stallo a metà campo, fino alla prodezza in girata di Bulevardi che firma il vantaggio. I biancorossi insistono, e Steffè regala a Petrella la palla del 2-0, ma il folletto di Pratola va largo.
Mastroianni suona la carica In avvio di ripresa arriva al tiro in area Steffè, poco dopo su un cross deviato ma non troppo velenoso Mastroianni trova l'insperato pareggio. Nofri prova a mischiare le carte, subito Forte per Petrella, spaesato da seconda punta.
Il Teramo si butta in avanti senza criterio, cerca lanci e dribbling improbabili che puntualmente restituiscono la sfera ai bergamaschi: Bulevardi è chiaramente il miglior attaccante della squadra.
Confusione di cui approfittare Il caos regna sovrano e l'Albinoleffe non sapettava altro per provare a ripartire. Con solo due compagni a supportarlo, Giorgione trova il vantaggio. Non c'è più una partita, si va da una parte all'altra, gli ingressi di Cericola e Jefferson non cambiano nulla. Appena entrato Anastasio fissa il risultato sull'1-3 e la curva preannuncia la contestazione, che puntualmente esplode a fine partita.
È difficile fare pronostici per sabato a Gubbio. Lo spirito non sarà dei migliori, e a questo punto la tattica passa in secondo piano: il Teramo è in balia delle onde. 

Le pagelle
Rossi 4
papera imperdonabile
Caidi 4 affonda anche lui
Speranza 6 fa il possibile
D'Orazio 4 irriconoscibile nel secondo tempo
Sales 3 inesistente
Bulevardi 7 tutta la squadra dovrebbe avere il suo atteggiamento, gran gol
Ilari 3 non è un regista e non fa nulla per nasconderlo
Steffè 4 tanta corsa ma poco altro
Di Paolantonio 5 ci prova ma è solo
Petrella 5 fuori dal suo habitat da seconda punta
Sansovini 4 impalpabile
Forte 5 prova a mettersi in luce senza successo
Cericola sv
Jefferson sv

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter