Ugolotti: «Bisogna cambiare registro»

Il tecnico biancorosso recrimina sui primi due gol presi: «Significa che c'è chi non capito come stare in campo»
05 marzo 2017

TERAMO - (jdf) Per quanto si potrebbe dire che non sono queste le partite per centrare la salvezza, Ugolotti riesce a vedere quei segnali che indicano come qualcosa in più si poteva fare: "Dobbiamo salvarci, e non esiste prendere gol dopo sette minuti o con un uno-due in area: questo significa - ha spiegato - che qualcuno non ha capito come stare in campo, con quale grinta e quale concentrazione".
"Dobbiamo ripartire da quanto di buono fatto vedere nel primo tempo - ha proseguito - non affronteremo sempre il Venezia. Continueremo a lavorare, in questo momento io devo mettere dentro chi è più pronto. La sostituzione di Speranza - ha chiuso - è stata una semplice scelta tecnica".
Poi ha parlato Pippo Inzaghi del suo Venezia: "Siamo usciti con due belle vittorie da trasferte molto insidiose come Teramo e San Benedetto - ha esordito -: stiamo tenendo un ritmo clamoroso, ma il Parma è lì anche avendo fatto un mercato superiore al nostro; alla fine di queste partite ti dispiace per chi non ha giocato, ma chi entra mi dà sempre ottime riposte".
In chiusura, un pensiero per l'ex Stefano Moreo e sugli avversari: "È stata brava la società a sceglierlo, sono contento per gli otto gol ma è un ragazzo che lavora molto e la sua migliore caratteristica è muoversi per la squadra. Spero che il Teramo si salvi, ha passato dei momenti sfortunati".

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter