Ecco come il Ruzzo ‘scova’ le perdite d’acqua con il satellite

Il ricorso alla tecnologia Sar ha permesso di individuare e recuperare le ‘falle’ nelle condotte su 600 km di rete TERAMO – Le onde radar satellitari come un moderno rabdomante per cercare nel sottosuolo le perdite d’acqua. E’ il nuovo sofisticato strumento utilizzato dalla Ruzzo Reti per risolvere in un mese quello per cui fino a poco tempo fa sarebbero stati necessari anni: individuare la dispersione di acqua dalle condotte per recuperarle. Il progetto, che si fonda sul ricorso alla tecnologia SAR, molto precisa nell’individuazione delle perdite, è stato ‘testato’…

Continua a leggere