Sentenza teatro, l’opposizione chiede commissione d’indagine e Consiglio urgente

La richiesta al sindaco sottoscritta da tutti e 12 i componenti della minoranza consiliare: “La situazione richiede massima trasparenza e attenzione” TERAMO – I consiglieri di opposizione al Comune di Teramo (Carlo Antonetti, Caterina Provvisiero, Mario Cozzi, Laura Angeloni, Alessandro Di Berardino, Franco Fracassa, Niki Bartolini, Maria Cristina Marroni, Luca Corona, Pasquale Tiberi, Alessio Di Egidio e Berardo Rabbuffo) chiedono formalmente al sindaco di Teramo la costituzione d’urgenza di una Commissione d’indagine “per accertare, ovvero per verificare, la regolarità, la correttezza e la legittimità delle attività amministrative comunali oggetto di…

Continua a leggere

D’Alberto ad Antonetti: “Chi ha massacrato questa città oggi gode delle difficoltà?”

Il sindaco non vuole replicare alla richiesta di dimissioni avanzata dal suo ex avversario. “Bel modo di fare opposizione” TERAMO – Il sindaco di Teramo non intende replicare alle dichiarazioni del consigliere di opposizione e avversario sconfitto alle elezioni amministrative, Carlo Antonetti, che ha chiesto le dimissioni del primo cittadino per la vicenda della condanna del Tar al risarcimento di 700mila euro in favore dell’attività commerciale all’interno del teatro comunale prossimo alla ristrutturazione. “Posso soltanto ribadire – ha detto il sindaco D’Alberto – che la decisione dei giudici noin influirà…

Continua a leggere

Sentenza teatro comunale, Antonetti chiede le dimissioni del sindaco

Il consigliere di opposizione interviene sulla pronuncia dei giudici del Tar, censurando l’amministrazione e annunciando anche un ricorso alla Corte dei Conti TERAMO – ‘Last but not least’, anche il vicecoordinatore provinciale di Forza Italia e consigliere di opposizione a Teramo, Carlo Antonetti, affronta l’argomento sentenza del Tar sul ricorso dell’imprenditore commerciale Lattanzi, titolare di Sottosopra, contro lo sfratto ricevuto dai locali all’interno dl teatro comunale che andrà ristrutturato. Com’è noto, i giudici hanno assegnato un risarcimento di quasi 700mila euro al commerciante, perchè a loro dire il provvedimento in…

Continua a leggere