Anche il Tar dopo la Cassazione dà ragione al tenente colonnello Naselli

Restituiti divisa, gradi e stipendio. La Suprema Corte aveva già notevolmente ridimensionato il suo ruolo nell’inchiesta TERAMO – Anche il Tar Lazio, dopo la Cassazione, dà ragione al già comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Teramo, il tenente colonnello Giorgio Naselli, restituendogli quei gradi che il ministero e il comando generale gli avevano tolto assieme allo stipendio. L’origine di tutti i mali, per l’ufficiale della Benemerita che a Teramo si era fatto apprezzare per la sua competenza e la sua disponibilità, resta ancora quella maxi inchiesta ‘Rinascita-Scott’ contro la cosca…

Continua a leggere