Alessia e Ablie, amore nato e morto nell’indigenza. Lei per lui aveva rinunciato alla camera in hotel

La tragedia di via Longo. La 44enne teramane aveva ‘sposato’ la senza fissa dimora, occupando con il 26enne gambiano l’alloggio disabitato. L’assessore De Sanctis: “Abbiamo aiutato lei in tutti i modi ma rifiutava ogni sostegno”. Nelle prossime ore l’autopsia TERAMO – Un amore nato nell’indigenza e finito insieme alla loro esistenza, in un alloggio di fortuna. Alessia Sardella un posto letto lo aveva, all’hotel Michelangelo, pagato dal Comune di Teramo ma la sua anima ribelle l’aveva sempre portata in direzione contraria alle mani tese verso di lei. Dopo aver conosciuto…

Continua a leggere