Salvata dal 118 sul bus della Staur

TERAMO Il tempestivo intervento della squadra medicalizzata del 118 ha permesso questa mattina di strappare alla morte una pensionata di 76 anni, colta da un malore mentre si trovava su un autobus della Staur. L'episodio è avvenuto all'incirca verso le 9 in viale Crispi, all'altezza dell'incrocio con via Roma. La donna si è accasciata all'improvviso nell'autobus affollato, nel panico generale. Mentre molti gridavano e riferivano chiaramente che la donna era priva di vita, qualcun altro ha avvertito con solerzia il 118 e questo ha permesso che la squadra di emergenza giungesse sul posto in tempo utile per riusciare a rianimare la donna. Il medico rianimatore e gli infermieri del 118 hanno trovato la 76enne in arresto cardiaco: non respirava e il suo cuore non batteva più. Non si sono persi d'animo e, dopo aver fatto evacuare il bus per operare meglio, hanno trasformato il mezzo pubblico in una sorta di set di E. R. e hanno praticato massaggio cardiaco e defribillazione alla paziente. L'impegno e la caparbietà dei soccorritori, dopo circa una mezzora di tentativi, è stata premiata: la donna ha ripreso un battito regolare ed è stato possibile trasferirla al pronto soccorso dell'ospedale Mazzini dove è stata presa in cura dalle equipe di rianimazione e di cardiologia. Insomma, una storia per fortuna a lieto fine di una sanità eccellente che funziona.

Leave a Comment