Controlli negli opifici gestiti dai cinesi

CASTELLALTO  Una serie di controlli in opifici gestiti da imprenditori di nazionalità cinese è stata effettuata dai carabinieri dlla stazione di Castelnuovo in collaborazione con i colleghi del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Giulianova e del nucleo ispettorato di teramo. In una azienda di confezioni di Castellalto, in particolare, i militari hanno sorpreso, in locali tenuti in precarie condizioni igieniche, 8 cittadini cinesi senza regolare permesso di soggiorno. Tra di essi uno, un 24enne, è stato arrestato per aver violato le disposizioni del questore di Ancona che lo aveva espulso dal territorio italiano nello scorso mese di aprile. Un altro è stato denunciato a piede libero. La titolare dell'azienda, una 39enne con regolare permesso di soggiorno, è stata denunciata alla magistratura per impiego di manodopera clandestina e di favoreggiamento della permanenza in Italia di clandestini. Nel contesto dei controlli sono state elevate sanzioni amministrative in materia di lavoro per un importo complessivo di quasi 40. 000 euro. I clandestini sono stati accompagnati in questura per le procedure di espulsione.

Leave a Comment