Il Mote cerca siti industriali per il centro di riciclo dei rifiuti indifferenziati

TERAMO – Il progetto del centro di riciclo che l’amministrazione comunale del capoluogo vuole ricalcare sul modello  “Vedelago” muove i primi passi. Il Mote ha dato infatti il via libera alla procedura per la realizzazione del centro pensato per il recupero del rifiuto differenziato secco attraverso la pubblicazione di una manifestazione di interesse finalizzata alla ricognizione e valutazione di aree dismesse da reperire nella zona del nucleo industriale o artigianale di Teramo. «Tale attività», spiega il presidente del Mote Ermanno Ruscitti «è propedeutica alla realizzazione di un impianto che permetterà maggiore rispetto per l’ambiente e un ulteriore abbassamento della tariffa di conferimento per i rifiuti». Il documento è consultabile all’indirizzo www.moteambiente.com e sui siti istituzionali del Comune di Teramo, Ance, Cna, Api, Confindustria Teramo, Camera di Commercio di Teramo, Consorzio industriale di Teramo. I costi dell’impianto dovrebbero aggirarsi sui 5milioni di euro di cui 1 milione e 700 mila euro già stanziati dalla Regione.

Leave a Comment