Dal bilancio ripristinati i fondi per il Castello Della Monica e il Braga

TERAMO – Due importanti risultati sono stati ottenuti dagli emendamenti al Bilancio apportati dai consiglieri regionali teramani d’opposizione ovvero il ripristino di oltre 2 milioni di euro per il Castello Della Monica e di 300mila euro per il "Braga". Soddisfazione hanno espresso dunque in una nota congiunta Paolo Gatti, Mauro Di Dalmazio, Gianni Chiodi e Giorgio D’Ignazio che tuttavia non lesinano critiche all’impianto generale della legge di stabilità e del bilancio regionale definito “carente, evanescente e privo di speranze, visione e prospettive per la nostra comunità e con interi settori integralmente cancellati”.
 oltre ad interventi generali quali le appostazioni finanziarie sulla vita indipendente, sulla lotta all’evasione, sull’aumento delle risorse per il sociale, per la cultura, per la prevenzione, cura, contrasto delle dipendenze da gioco, le opposizioni sono tuttavia riuscite ad aggiudicarsi il ripristino dei fondi per il Castello Della Monica e per il "Braga". Inoltre, sono stati previsti interventi significativi sugli attrattori turistico-culturali della provincia che riguardano i comuni di Nereto, Tortoreto, Cermignano, Sant’Omero che, “inopinatamente revocati dalla Giunta”, sono stati reinseriti tra quelli strategici e prioritari. Gli altri interventi revocati rientreranno nella programmazione dei luoghi di culto.
 “E’ da sottolineare – si legge nella nota dei consiglieri . che l’approvazione della Legge di Stabilità in tempi contenuti è stata possibile solo grazie all’atteggiamento collaborativo e propositivo della odierna opposizione che, contrariamente a quanto accadeva in passato con le opposizioni di centro sinistra, ha anteposto l’interesse della comunità affinché si arrivasse all’approvazione della Legge di Stabilità in tempi brevi”. Sabato si terrà a Teramo una conferenza stampa di approfondimento sul lavoro svolto in aula

Leave a Comment