Già pienone al cimitero, ultimo anno con le visite ai padiglioni inagibili con la Protezione civile

Il Comune ha organizzato entrata e uscita separati e un container esterno per la vendita dei lumi votivi. I lavori al via dalla prossima settimana

TERAMO – E’ sempre più consistente, in costante aumento già da inizio settimana, il flusso di visitatori al cimitero urbano di Cartecchio, alla vigilia del week end lungo della ricorrenza dei defunti. L’amministrazione comunale, su impulso dell’assessore alla Protezione civile Giovanni Cavallari e al consigliere delegato Berardo De Carolis, hanno organizzato come di consueto (e si spera per l’ultimo anno) il servizio di accompagnamento ai loculi ospitati nei padiglioni che sono inagibili e inaccessibili dal sisma del 2017.

Senza bisogno di prenotazione, ma rispettando la fila dopo essersi rivolti ai cinque checkpoint della Protezione Civile individuati in corrispondenza dei punti di ingresso ai padiglioni (ci sono i volontari delle Associazioni teramane come al solito disponibili e pronti), sarà possibile accedere accompagnati e con caschetto ai padiglioni 1,2,3 e relative cappelle. L’orario di accesso è continuato, dalle 8 alle 17, così come l’ufficio cimiteriale della Teramo Ambiente è aperto domani, sabato, domenica e lunedì 1° novembre, dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 16:30.

Per rispettare la prevenzione Covid ed evitare assembramenti, la TeAm ha organizzato due percorsi distinti per. l’ingresso e l’uscita dei visitatori: il primo è quello tradizionale, la seconda è sul lato del viale a est del camposanto. Un container è stato allestito all’esterno, sul piazzale, dove c’è personale adibito alla vendita dei lumi votivi e garantire anche in questo caso flussi sperati e nessun assembramento.

Leave a Comment