Ricostruzione privata, evaso quasi il 79% delle pratiche presentate

I numeri dell’Usr. Nel solo mese di luglio sono stati stanziati 3 milioni di euro, per un totale di 312 decreti emessi su 445 lavori dei 565 presentati

TERAMO – Oltre 3 milioni di euro stanziati in più, sul territorio, in un solo mese, per un totale di 106,6 fino al 31 luglio: sono i numeri della ricostruzione privata nel Comune di Teramo, che equivalgono a 312 decreti emessi su 445 pratiche lavorate sulle 565 presentate. Ammonta dunque al 78,8% il numero di pratiche di ricostruzione giunte a conclusione.

Dell’ammontare di 3 milioni in più nel solo mese di luglio 2022, oltre 2,5 sono relative ad edifici con danni gravi. Sul fronte pratiche in lavorazione, alla fine del mese di luglio sono 120: 8 presso gli uffici comunali, 37 presso i professionisti, 13 in fase di pre-istruttoria e 62 in fase istruttoria. Sono numeri che emergono dal report dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione. 

Nello specifico, per quanto riguarda i danni lievi, sono state lavorate 350 pratiche su 430 istanze presentate, per un totale di 247 decreti di contributo emessi e 44.526.584 euro erogati (su un totale nel cratere di 133.471.330 euro) mentre per quanto riguarda i danni gravi su 422 pratiche attese ne sono arrivate 135. Di queste ne sono arrivate a conclusione 95, per un totale di 65 decreti emessi e l’erogazione di complessivi 62.103.568 euro (su un totale nel cratere di 122.945.794 euro).

Leave a Comment