Scienze Politiche UniTe, la Gallo guiderà il nuovo Dipartimento

E’ stata confermata alle elezioni per la Direzione con 42 voti. A Teramo dal 1989, è prof ordinario di Storia Moderna

TERAMO – Dopo i professori Christian Corsi ed Enrico Dainese, rispettivamente di Scienze della Comuncazione e di Bioscienze e tecnologie agro-alimentari e ambientali, anche Fracesca Fausta Galli è stata confermata alla guida di Scienze Politiche di UniTe, diventandone anche il primo direttore di dipartimento secondo la nuova organizzazione.

Professore ordinario di Storia moderna, la Gallo ha ottenuto 42 preferenze su 43 votanti tra docenti, personale amministrativo e studenti. Francesca Fausta Gallo è all’Università di Teramo dal 1998, quando vinse il concorso di ricercatrice a tempo indeterminato in Storia Moderna.

Ricercatrice incaricata dal CNR nell’anno 1989 per uno studio sulla sismologia storica siciliana in età moderna, nel 1998 ha vinto il concorso di ricercatrice a tempo indeterminato in Storia Moderna presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo.

Ha svolto diversi incarichi: ha coordinato i corsi organizzati in collaborazione con il Ministero delle Pari Opportunità e con la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, dal titolo Donne, politiche e istituzioni (2005-2006); ha coordinato il Master di I livello in Turismo religioso (2007-2008); ha presieduto il Corso di laurea specialistica in Progettazione e gestione dei sistemi turistici e negli stessi anni è stata rappresentante dei docenti di Scienze Politiche presso il Consiglio di Amministrazione dell’Università di Teramo (2005-2009). Nel 2011 è stata componente della Commissione per la Revisione dello Statuto dell’Università di Teramo e dal 2012 al marzo 2019 è stata componente del Nucleo di Valutazione dell’Ateneo. Dal 2013 è iscritta nell’Albo degli esperti di valutazione disciplinare dell’ANVUR.

Studiosa della storia del Mezzogiorno, della storia dei viaggi e del turismo, del conflitto politico in età moderna, di recente si è occupata della storia politica e culturale dell’Europa del ‘700, pubblicando numerosi saggi e diverse monografie, l’ultima della quale è La congiura di Macchia. Cultura e conflitto politico a Napoli nel primo Settecento (Roma, Viella, 2018). È tra i fondatori della Società Italiana per la Storia dell’Età moderna. Fa parte del collegio dei docenti del Dottorato in Studi storici dal Medioevo all’età Contemporanea dell’Università degli Studi di Teramo e ha svolto attività didattica presso diversi corsi di Dottorato italiani e stranieri. Dal 2021 ha fondato e dirige il Centro di Ricerca Interdipartimentale History Lab.

Leave a Comment