I cinesi e gli alberi in Consiglio comunale

TERAMO Le assunzioni di personale interinale negli uffici, l'arrivo in città di 350 studenti cinesi, il censimento delle edicole; ma anche i bus in circonvallazione Ragusa, lo stato di piazza del Sole, i lavori in Corso Cerulli. Vecchio e nuovo nelle interrogazioni consiliari della seduta di questa mattina. Vecchio e nuovo nelle risposte dell'amministrazione. L'opposizione, con i vari Verna, Scalone, Angelotti, Di Bonaventura, Rapagna, Santacroce, Zilli, Melarangelo ha sciorinato una serie di questioni tra le quali vanno menzionate quelle relative al traffico; alla pericolosità e fatiscenza di alcuni siti (la palestra san Gabriele, il Vecchio Mattatoio, un muro adiacente l'Istituto Agrario, gli alberi che vanno cadendo in diverse zone della città, la piazza antistante il cimitero di Cartecchio); il mancato avvio di interventi attesi (l'ascensore in Municipio, i parcheggi per disabili in centro, i bagni pubblici). Oltre ciò, altro è stato posto sul tavolo della giunta. Il proliferare di venditori ambulanti senza licenza, sia in corso san Giorgio che altrove con furgoni per frutta e fiori, ma anche quello delle edicole e soprattutto dei chioschibar. Tra tutte spiccano comunque le posizioni di Enzo Scalone che ha bollato come negativa e assolutamente da annullare la sperimentazione dei bus in circonvallazione Ragusa e quella di Sandro Melarangelo che ha chiesto trasparenza e quindi lo stato dei fatti sugli interventi in Casa Urbani, nella ex chiesa di Santa Maria a Bitetto (nella foto) e nel costruendo alloggio per studenti in vico del Pensiero. Ora si attendono le risposte dell'amministrazione, oltre quelle verbali già fornite.

Leave a Comment