Le "Solitudini" di Paolo Di Giosia

TERAMO Sarà presentato sabato 10 marzo alle 17. 00 nella sala San Carlo del Museo Archeologico Savini di Teramo il nuovo volume fotografico di Paolo Di Giosia “Solitudini”. Alla presentazione, curata da Giammario Sgattoni e Maria Teresa Barnabei, interverranno l'assessore alla cultura della Regione Betty Mura, i sindaci di Teramo e di Montorio Gianni Chiodi e Alessandro Di Giambattista, l'assessore alla cultura del comune di Teramo Mauro Di Dalmazio e il direttore del Museo Savini Paola Di Felice. Il pomeriggio sarà intervallato da musiche e spettacoli. “Solitudini”, la cui pubblicazione è stata resa possibile dal Consorzio BIM, è un volume di 144 pagine che raccoglie 226 fotografie in bianco e nero, accompagnate dai testi di Antonio Valleriani, Maria Teresa Barnabei, Sergio Rosa, Anna Vaccarili e Giammario Sgattoni. Nell'opera Di Giosia analizza il tema della solitudine. Il volume non ha una valenza solo artistica, ma ha anche importanza a livello sociale. L'autore infatti << ricostruisce il profilo di un mondo che è il deserto dell'indifferenza, si legge nella presentazione del testo di Antonio Valleriani _ di cui è responsabile la ragione pura la quale con la sua luce accecante non può tollerare le ombre della diversità, le figure della differenza. Di qui le esclusioni e le emarginazioni che sono le cause delle solitudini degli individui. >> Le immagini e i testi del libro rappresentano una denuncia e un invito ad essere solleciti verso le sofferenze dell'altro, di cui le solitudini sono i messaggeri silenziosi.

Leave a Comment