Pineto. Missione compiuta. Se non è un miracolo poco ci manca

TERAMO_ L’ultima giornata di Regular Season della Serie A1 TIM ha consegnato la Tonno Callipo Vibo Valentia ai Play Off. La squadra di Jon Uriarte, vincente in casa contro l’Acqua Paradiso Gabeca Montichiari, stacca l’ultimo biglietto utile per il post season che a partire da giovedì 26 marzo vedrà otto formazioni sfidarsi per la conquista dello Scudetto 2008/09. Non ce l’ha fatta la Marmi Lanza Verona. Condannati dal risultato del PalaValentia, i gialloblu chiudono con un inutile successo al quinto set contro la Yoga Forlì, che saluta con una prova d’orgoglio la Serie A1 TIM, sul campo che solo un anno fa le aveva regalato la promozione ai Play Off. Il tie-break raggiunto contro Verona permette ai romagnoli di concludere la stagione al penultimo posto in classifica. Piccola consolazione anche per l’Antonveneta Padova che dopo 25 anni dà il suo arrivederci alla massima serie del Campionato con un successo per 3-0 contro la Framasil Pineto. Tra i padroni di casa, da segnalare il “Trofeo Gazzetta” consegnato a Rivaldo prima dell’inizio del match.Il confronto a distanza per il primato vedeva protagoniste la Lube Banca Marche Macerata e l’Itas Diatec Trentino. Al Fontescodella, Corsano e compagni giocano per divertirsi e divertire, dialogando sul campo con una Copra Nordmeccanica Piacenza tornata al completo dopo quasi due mesi. Avanti di due set, i padroni di casa perdono in concentrazione e lucidità nel corso del match, mentre dall’altra parte Piacenza ritrova un buon ritmo di gioco. E’ Piacenza ad avere la meglio, violando l’imbattibilità del Fontescodella,  ma la sconfitta di Macerata non le preclude il primo posto in Regular Season. In virtù della sconfitta al tie-break dell’Itas Diatec Trentino, la formazione marchigiana chiude la stagione regolare in vetta.La Stamplast Martina Franca da del filo da torcere a Grbic e compagni. Le due formazioni si prevalgono a corrente alternata, mettendo in campo tutte le energie a disposizione. Il tie-break è tutto a favore dei padroni di casa che salutano il pubblico con il secondo successo, dopo quello dell’andata, contro i Campioni d’Italia.Chiude la stagione con un successo di fronte al proprio pubblico la Trenkwalder Modena che al PalaPanini supera la RPA-LuigiBacchi.it Perugia in tre set.FRAMASIL PINETO – ANTONVENETA PADOVA 0-3 (23-25, 22-25, 18-25) FRAMASIL PINETO: De Oliveira 4, Hietanen 3, Sborgia 2, Jago 7, Lampariello (L), Mancini (L), De Gennaro Leme, Rodrigo 18, Buti 6, Fabroni 1, Vigilante. Non entrati Fantin, Ravellino. All. Montagnani Paolo. ANTONVENETA PADOVA: Garghella (L), De Togni 6, Raymaekers 1, Kral 4, Mattera 4, Perazzolo 7, Kromm 19, Maruotti 10. Non entrati Meggiolaro, Maniero. All. Bagnoli Bruno. ARBITRI: Giampiero Perri, Roberto Mastrodonato.Rodrigo Pinto (Framasil Pineto): “Ricevere il Trofeo Gazzetta mi ha fatto molto piacere. Questo è il riconoscimento ad una stagione positiva. Il pubblico è stato fantastico, ringrazio tutti”.  Bruno Bagnoli (Antonveneta Padova): “Eravamo molto tesi ad inizio gara, ma poi ci siamo sciolti e abbiamo trovato il giusto ritmo. Abbiamo iniziato a giocare sempre meglio ed è stato bravo Kral nel corso del primo set ad entrare e a girare la gara a nostro favore con una serie di servizi vincenti. Nel secondo e terzo set i nostri avversari hanno dato spazio alle seconde linee e hanno giocato con molta tranquillità. Noi invece eravamo molto motivati e tesi, perché volevamo vincere a tutti i costi. Forlì matematicamente al penultimo posto? Le nostre dirette concorrenti son state brave perché hanno sempre fatto punti anche su campi difficili, cosa che a noi non è capitato nel corso della stagione”.

 

Leave a Comment