Al museo una mostra sulle opere d’arte salvate dal terremoto

TERAMO – Sarà inaugurata a Teramo lunedì prossimo una mostra,  articolata in contemporanea con altri musei della regione, dal titolo “Terra Madre Abruzzo”. L’idea della mostra é incentrata sull’esposizione di Madonne ospitate nel Castello Cinquecentesco de L’Aquila e messe in sicurezza dopo il sisma. L’iniziativa, informa una nota, fa infatti riferimento alle conseguenze del sisma che hanno colpito il territorio ed è organizzata dalla sovrintendenza regionale ai Beni Culturali, in collaborazione con la Regione  Abruzzo, Legambiente e l’International Council of Museums.
La mostra, che prevede una sorta di ideale passaggio tra spazi diffusi nel territorio abruzzese, si propone di coinvolgere il visitatore attraverso la visione di una singola opera esposta in ogni museo aderente all’evento. Un’opera sola per ogni museo, dunque, con un’immagine della Madonna realizzata con diversi materiali in diverse epoche, scelta tra le decine recuperate tra le macerie dalle squadre di volontari di Legambiente. Oltre a ospitare una delle opere, il Comune di Teramo aderisce all’iniziativa organizzando la cerimonia inaugurale dell’evento, che si terrà lunedì alle 18,30, nel museo archeologico “F. Savini”.“Aderiamo con convinzione al progetto – è il commento del sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi – perché grazie ad esso si vuole favorire un turismo consapevole su un aspetto dei danni provocati dal sisma. E’ un invito esplicito a visitare i musei, anche per rendere un omaggio simbolico al patrimonio della nostra regione, così ricco e prezioso”. Le altre strutture museali coinvolte sono a Pescara, Chieti, Celano, Vasto e Francavilla al mare.

Leave a Comment