Niente agevolazioni per i pendolari, Pezzopane scrive alla Società autostrade

TERAMO – «La vicenda dell’esclusione della tratta L’Aquila Ovest Teramo dalle agevolazioni previste dal ministero dei Trasporti per i  pendolari è paradossale e merita un necessario approfondimento, per  evitare che l’ennesimo colpo di grazia infierisca sul nostro territorio. Evitiamo di discriminare i cittadini e i territori, dove è molto alto il pendolarismo. E’ stato un errore? Una sottovalutazione? Se è così, la pecca va subito sanata». E’ quanto afferma la senatrice Stefania Pezzopane, che sulla questione ha scritto una lettera al ministro dei Trasporti, alla Società Autostrade e alla  Telepass, per chiedere chiarimenti e l’immediata modifica. «Sto ricevendo diverse mail di cittadini indignati, che mi segnalano l’ennesima beffa- dichiara la senatrice-. Certo la decisione del ministero dei Trasporti di effettuare degli sconti per i pendolari che pagano con il Telepass e che percorrono quotidianamente una tratta autostradale di almeno 50 km è un passo avanti rispetto al rincaro dei pedaggi, che hanno flagellato i pendolari abruzzesi, dato che i rincari più pesanti hanno riguardato proprio le tratte autostradali A24 e A25- prosegue la senatrice, che ricorda di aver presentato anche un’interrogazione in merito -. Tuttavia vanno approfondite le modalità con cui sono stati stabiliti i criteri delle agevolazioni e i motivi dell’eclatante esclusione. Paradossalmente proprio una delle tratte dove il rincaro è stato più alto, L’Aquila Teramo non rientra tra quelle dove sarà possibile usufruire dello sconto. Nella mia interrogazione chiedevo di rivedere la convenzione con Autostrada dei Parchi e di attivare protocolli d’uso con tariffe agevolate per i pendolari. Questo lo abbiamo ottenuto, ma le indicazioni del ministero per la tratta abruzzese vanno riviste e migliorate». 

Leave a Comment