Enel: sono 16mila finora le richieste di indennizzi

PESCARA –  Sono circa 16mila fino ad oggi le richieste di indennizzi ulteriori oltre a quelli già previsti per legge pervenuti all’Enel da parte di cittadini di Abruzzo e Msrche, coliti dal maltempo e dai disservizi legati alla mancata erogazione della corrente elettrica nel corso della nevicata di gennaio. Il dato è emerso nel corso del tavolo tecnico organizzato a Pescara tra l’ente gestore, il presidente della Regione, D’Alfonso, i quattro presidenti della Province abruzzesi, quello dell’Anci Abruzzo, Luciano Lapenna, e i rappresentanti delle realtà economiche e produttive del territorio. Obiettivo dell’incontro, avviare un confronto positivo e azioni concrete a favore delle zone colpite dall’emergenza maltempo. Enel ha dimostrato di aver concuso gli interventi di ricostruzione su 30 linee di media tensione, adottando soluzioni resilienti. adeguate, di aver posato oltre 350 nuovi sostegni posati e di aver installato 35 chilometri di cavo aereo. Una volta completate le operazioni di ricostruzione si avvieranno le operazioni per aumentare la resilienza dell’infrastruttura energetica, con interventi mirati al rinforzo e alla magliatura della rete oltre che all’incremento dell’automazione attraverso il telecontrollo. Sul fronte del piano degli investimenti, Enel ha annunciato che oltre ai 45 milioni di euro all’anno per i prossimi cinque anni, come previsto dal piano del 2015, l’azienda effettuerà ulteriori interventi per il rafforzamento della rete elettrica che già nel 2017 saranno compresi tra i 15 e i 20 milioni di euro. Nel corso dell’incontro è stata anche condivisa l’opportunità di organizzare nelle prossime settimane appuntamenti dedicati con i presidenti delle Province, già in fase di calendarizzazione, per individuare azioni mirate al riconoscimento dei danni patiti dagli utenti e dalle imprese e il risarcimento dei territori, nonché studiare investimenti per potenziare la rete elettrica nei luoghi più critici della regione. L’Enel ha anche garantito l’acquisto di 4 frese spalaneve.

Leave a Comment