Dal Gran Sasso a Capo Nord in 40 giorni: l'impresa di una ciclista teramana

TERAMO – Dal Gran Sasso a Capo Nord, una ciclista teramana percorrerà in 40 giorni un itinerario che collega il ghiacciaio più a sud d’Europa con quello che si trova più a nord: a tentare l’impresa in solitaria è Francesca Filippi, 67 anni, atleta dell’Ads ciclistica Teramum e della Palestra Welness Sport di Teramo, che partirà la mattina del 24 giugno, in un percorso di oltre 4 mila chilometri, pedalando attraverso Svizzera, Francia, Germania, Danimarca, Svezia e Norvegia. La Filippi seguirà un itinerario simbolico che ricongiunge con una linea geografica figurativa il Calderone, il ghiacciaio più a sud d’Europa, con quello più a nord in prossimità della cittadina norvegese di Hammerfest. La ciclista prevede di raggiungere la meta pedalando per circa 40 giorni: il ritorno avverrà con un volo fissato per l’8 agosto. Da tempo Francesca Filippi si prepara a compiere una simile impresa: spinta dalla sua passione per il ciclismo si sottopone da anni a un allenamento costante sia in estate che in inverno. «Sono profondamente convinta – ha detto la Filippi – che l’esplorazione sportiva del mondo restituisca alla mente e al cuore dell’uomo i valori di pensiero e di vita che riconducono al rispetto e all’amore profondo per la nostra Terra». La sua iniziativa ricalca un gemellaggio sportivo italiano con Nordkapp, nato nel 2013, quando Giuseppe Alabiso stabilì il record del mondo viaggiando su ultraleggero da Gela e Capo Nord, ricollegando gli estremi geografici del nostro continente, dai mari Tirreno ed Adriatico al Circolo Polare Artico.

Leave a Comment