Crognaleto e ‘l’auto zona rossa’ virtuosa: primi a chiudere, primi a riaprire

Il sindaco D’Alonzo aveva applicato le chiusure dopo il focolaio di Tottea

CROGNALETO – Crognaleto, primo comune ad anticipare le disposizioni del Dpcm di Conte, primo a istituire una zona rossa con lockdown dei negozi e delle scuole, dopo il focolaio di Tottea.

Il sindaco Giuseppe D’Alonzo oggi si dice soddisfatto dell’iniziativa, della perfetta sintonia con le autorità sanitarie (e ringrazia il dottor Pinto e la dottoressa Zenobi) e della collaborazione dei cittadini che, dice, lo hanno seguito in scelte difficili ma di grande efficacia preventiva.

Al punto che adesso ci si avvia alla riapertura di scuole e negozi, anche se il primo cittadino avverte: “Il nemico è invisibile, non bisogna abbassare la guardia”.

Ascolta il sindaco D’Alonzo nel servizio andato in onda a R115.

Leave a Comment