Provincia, Frangioni vice. Per Costantini deleghe pesanti, a Pavone l’edilizia scolastica. Dentro anche Luzii e Corona

A due mesi dalle elezioni, Di Bonaventura ‘partorisce’: confermati Cardinale e Di Lorenzo. Il nuovo vicepresidente (il più votato) perde la Scuola e prende Cultura, Patrimonio e Pari Opportunità

TERAMO – Crediamo che a nessuno sconvolga la vita sapere che in Provincia il dado è tratto, ovvero che Diego Di Bonaventura ha finalmente assegnato le deleghe. Ma è così, con incredibile ritardo, a distanza di oltre due mesi dalle elezioni di secondo livello che ha rinnovato l’intero consiglio.

Con la premessa che il vicepresidente sarà Luca Frangioni, il candidato più votato, si fa prima a cominciare da quello che il presidente terrà per sè, ovvero le deleghe al bilancio, personale, comunicazione istituzionale dell’Ente, digitalizzazione, innovazione, relazioni industriali e servizio idrico integrato.

Frangioni sarà il delegato anche alla Cultura, al Patrimonio, alle Pari Opportunità e alle Politiche Giovanili. Conferma delle deleghe per gli altri due uscenti del nuovo ‘esecutivo’ della Provincia: a Lanfranco Cardinale e a Gennarino di Lorenzo restano le deleghe ai Lavori Pubblici, Viabilità, Masterplan, Manutenzioni, Stralci Anas, D.M e tutti i fondi complementari riguardanti la Viabilità, Trasporti, Appalti e Centrale di committenza.

Cardinale, in più, riceve apposita delega per la pianificazione delle piste ciclabili mentre a Di Lorenzo è assegnato il compito di seguire i ‘progetti dell’area montana’.

Ci sono poi i ‘nuovi’. Al consigliere Enio Pavone sono state assegnate le funzioni per l’Edilizia scolastica, le Società partecipate, Area Marina Protetta ‘Torre del Cerrano’; al sindaco di Giulianova, a lungo in corsa per la vicepresidenza, Jwan Costantini, vanno l’Urbanistica, il Dimensionamento e la Pianificazione della rete scolastica; il Progetto del IV Lotto della Teramo-Mare, i Progetti dello sviluppo costiero, Turismo e Grandi eventi. A Giovanni Luzii. consigliere comunale di Italia Viva a Teramo, vanno Il PNRR, le Politiche Comunitarie e quelle Energetiche mentre all’altro consigliere comunale di opposizione a Teramo, Luca Corona di Oltre, va la delega ai Rapporti con la Città capoluogo, Polizia Provinciale, Ambiente, Protezione Civile e Sport.

Tanto lavoro da fare; a primavera, si avvieranno cantieri che non si potevano aprire nei mesi invernali per dieci milioni di euro – ha commentato Di Bonaventura ‘guardando’ i compiti che spettano a questo ‘esecutivo’ -. La Provincia non si è mai fermata e in queste settimane i nuovi consiglieri eletti hanno avuto modo di conoscere servizi e strutture mentre i consiglieri riconfermati non hanno mai smesso di seguire i progetti già in itinere. Una bella squadra che rappresenta bene le aree territoriali la maggior parte di loro con una solida esperienza amministrativa. Insieme ai consiglieri arriverà, mi auguro presto nel rispetto delle procedure amministrative, anche nuovo personale: ruoli strategici che andranno a completare il disegno di restituire un’organizzazione all’altezza della pianificazione finanziaria che abbiamo ottenuto”.

Leave a Comment