VIDEO/ La cabinovia riparte con la benedizione della Madonnina. Protesta flop e Riccioni compra 10 biglietti da regalare

L’impianto subito affollato, soprattutto da alpinisti. Lo storico operatore turistico dà l’esempio in polemica con la minaccia della guida alpina Iannetti, la cui protesta per avere ticket gratuiti è miseramente fallita (ha pagato il passaggio)

PIETRACAMELA – Com’era prevedibile, la seggio cabinovia dei Prati di Tivo ha da subito fatto il pieno di turisti e appassionati dalla montagna, che da questa mattina alle 8 hanno potuto utilizzare il passaggio a bordo del telemix per raggiungere la Madonnina e quindi – soprattutto gli alpinisti – accorciare i tempi di salita.

Il procedere delle cabine dopo tre anni di fermo, ha rallegrato un pò tutti, con buona pace delle polemiche che fino ad oggi hanno animato la vicenda legata alla riapertura degli impianti. Il gestore Marco Finori è riuscito nel concludere le manutenzioni in tempo per accelerare la riapertura e fino al 23 settembre garantirà i passaggi. Qualche preoccupazione, alla vigilia, c’era per via della minacciata protesta annunciata dalla guida alpina Pasquale Iannetti che, diceva, avrebbe protestato assieme ad alcuni residenti in caso di rifiuto di gratuità del biglietto sulla seggio cabinovia. Al punto che sulla partenza dell’impianto questa mattina, hanno vigilato i carabinieri. Della protesta o, meglio, della presenza di residenti arrabbiati nessuna traccia, tranne quella di Pasquale Iannetti che ha chiesto sì il biglietto gratuito ma al rifiuto, ha pagato ed è salito sulla seggio cabinovia…

Insomma, mai coincidenza poteva essere così fortunata. Ci riferiamo alla festa della Madonnina, che tradizionalmente viene celebrata proprio nel primo week end di agosto e che domani vedrà il clou delle manifestazioni, con banda, messa e concerto sul centralissimo piazzale Amorocchi. Che per l’occasione sarà chiuso al transito e alla sosta nel tratto tra la Gran Baita e il bar Prati di Tivo, dove di recente era stato allestito il palco per il concerto di Roberto Vecchioni. Chi non aveva capito l’ordinanza si era allarmato ma quando questa mattina, l’accessibilità’ al resto del piazzale è stata evidente, tutto è rientrato.

Gli operatori si ritengono soddisfatti: “Sono chiaramente felice della riapertura e che Prati di Tivo torni ad offrire un servizio essenziale – ha detto uno dei più rappresentativi, Antonio Riccioni -, e rivedere già da oggi molti alpinisti entusiasma. Anche se è una soluzione a tempo, quindi non risolutiva, perché a fine settembre saremo di nuovo negli stessi problemi di ieri”, ha aggiunto Riccioni, che ha voluto poi tirare una stoccata a chi, alla vigilia, ha inscenato la misera protesta:, “Personalmente oggi acquisterò 10 biglietti, come segnale al gestore e a chi pretende biglietti gratuiti. Gestire un impianto costa e ritengo giusto che tutti paghino“.

Leave a Comment