VIDEO E FOTO /Atri: sul fuoco Canadair ed Erikson. Popolazione in salvo. Ferretti: “Grazie ai vigili e ai volontari”

Quasi domato il rogo che dalla notte ha interessato 10 ettari e molte zone abitate. I velivoli hanno finito il lavoro cominciato alle 4, con tanti uomini della Protezione civile, Carabinieri, Polizia e le squadre dei pompieri

ATRI – Incendio sotto controllo, dopo una notte di paura ad Atri. Molte delle famiglie evacuate per precauzione sono rientrate nelle abitazioni, impegnativo è stato l’intervento dei vigili del fuoco ma decisivi sono stati in mattinata i lanci effettuati dal Canadair e dall’elicottero Erikson degli stessi vigili.

Secondo una prima ricostruzione, l’incendio si sarebbe originato dal rogo di sterpaglie e macchia mediterranea, che poi si è esteso interessando una vasta area a ridosso del centro abitato di Atri. Sul posto sono intervenuti due squadre di vigili del fuoco del Distaccamento di Roseto degli Abruzzi e del Comando di Teramo, con due autopompe e due mezzi fuoristrada dotati di modulo antincendio, oltre a due autobotti inviate sul posto dal Comando di Teramo.

Il fronte di fuoco ha interessato un’ampia area di circa 10 ettari sul versante sud del centro cittadino nei pressi di via Kolbe. L’intervento dei pompieri ha impedito alle fiamme di raggiungere le abitazioni. Sullo scenario adesso stanno operando anche il Canadair e un elicottero Erikson S64 (quello capace di tre lanci separati con una capacità di circa 10mila litri) che hanno effettuato numerosi lanci.

Si è in attesa di un ulteriore Canadair che è in arrivo sulla zona operativa. Il coordinamento da terra dei mezzi aerei è affidato ad un DOS (Direttore delle Operazioni di Spegnimento) del Comando di Teramo. Alle operazioni di intervento stanno partecipato sei squadre di volontari AIB delle associazioni Gran Sasso d’Italia di Mosciano Sant’Angelo sezioni Val Fino e Teramo, Modavi di Città Sant’Angelo, ANA di Atri e Cives di Teramo con diversi mezzi fuoristrada dotati di modulo antincendio.

Il sindaco Piergiorgio Ferretti, nel suo ultimo aggiornamento, ha raccomandato ancora alla popolazione “di restare nelle proprie abitazioni con l’avvertenza di tenere le finestre chiuse e condizionatori spenti. Colgo l’occasione – ha aggiunto il primo cittadino – per ringraziare infinitamente i Vigili del Fuoco, i Carabinieri, intervenuti con 10 pattuglie, la Polizia, la Protezione Civile ed i volontari delle Aquile del Parco che, grazie alla loro tempestività e professionalità, sono riusciti nelle prime ore di questa mattina a mettere in sicurezza l’intera popolazione residente ed a provvedere allo spegnimento dell’incendio di vaste proporzioni che ha colpito la nostra città limitando al massimo i danni conseguenti a questo evento catastrofico“.

Leave a Comment