FOTO / ‘Botta’ di terremoto, dipendenti pubblici e studenti in strada. Sette repliche fino alle 14

La scossa avvertita con forte intensità in molte zone del capoluogo e in provincia. Epicentro tra Folignano e Civitella del Tronto (magnitudo 4.1 poi ritarata a 3.9)

TERAMO – E’ stata breve m intensa la scossa di terremoto che a Teramo, poco prima delle 12:30 ha fatto catapultare molti dipendenti pubblici e cittadini fuori dai rispettivi luoghi di lavoro e case. Il sisma ha colpito duro, con un movimento forse sussultorio che è stato avvertito a macchia di leopardo in città, molto chiaramente anche in provincia.

Molte le scuole che hanno messo in atto i piani di evacuazione, facendo uscire ordinatamente gli studenti fuori degli istituti (nelle foto gli studenti del Classico Delfico in piazza Dante e a San Nicolò). Dalle prime stime dell’Istituto nazionale di geofisica l’epicentro sarebbe stato registrato tra Folignano e Civitella del Tronto e la magnitudo sarebbe di 4.1, poi ritarata a 3.9. In successione, ci sono state 8 scosse: due una dietro l’altra di 3.9 e 3.6, altre sei tra 2.0 e 2.5 fino alle 14:15, sempre nella stessa area ai confini tra i due Comuni.

IN AGGIORNAMENTO

Leave a Comment