Si schianta sulla rotatoria ma prosegue contromano sulla Teramo-Mare su un cerchione: era ubriaco

Ha guidato tra le scintille dalla rotonda ‘Cavuccio’ alla Cona fino allo svincolo di San Nicolò e poi a Vill Tofo dove è stato bloccato dai carabinieri. Tasso tre volte superiore al consentito: denunciato e patente ritirata

TERAMO – La scorsa notte ha guidato la sua auto contromano, su un cerchione, tra le scintille e lo stridìo, tra le uscite di Teramo ovest e San Nicolò, continuando lungo la provinciale numero 3 per Garrufo, dopo aver danneggiato una rotonda e aver perso uno pneumatico. Ovviamente, è stato trovato positivo all’alcol.

A bloccarlo hanno provveduto i carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Teramo che dopo aver ricevuto le segnalazioni di alcuni automobilisti che lo hanno incrociato, per fortuna senza scontarsi con lui, hanno seguito la traccia sull’asfalto provocata dall’attrito del cerchione della ruota senza gomma, individuando il percorso che il giovane alla guida aveva imboccato: era uscito a San Nicolò a Tordino per imboccare poi a Fiumicino la provinciale per la Vibrata. E’ stato fermato nei pressi della rotonda di Villa Tofo.

Secondo la ricostruzione fatta dai militari – che hanno denunciato il conducente per guida in stato di ebbrezza (aveva un tasso alcolemico superiore di tre volte il consentito) e gli hanno ritirato la patente -, l’uomo con la sua utilitaria di colore scuro aveva invaso la rotatoria ‘Cavuccio’, sulla statale 80 alle porte della Cona, provocando danni sia alla segnaletica che all’auto, quindi era ripartito imboccando successivamente la Teramo-Mare in contromano.

E’ solo un caso che nessuno sia rimasto ferito a seguito dell’accaduto.

 E’ solo un caso che nessuno sia rimasto ferito a seguito dell’accaduto, fondamentale si sono rilevate le segnalazioni dei cittadini e l’immediato intervento dei Carabinieri del Radiomobile di Teramo.

Leave a Comment