Alla San Berardo la lettura diventa viaggio tra i tesori dell’Abruzzo

‘Libriamoci’: aula magna della scuola elementare affollata per l’incontro con le autrici di ‘Favole e leggende d’Abruzzo’ e il sindaco D’Alberto

TERAMO – Anche alla scuola elementare San Berardo di Teramo appuntamento conclusivo della settimana di ‘Libriamoci 2022’, con la presentazione del libro Favole e Leggende d’Abruzzo (Edizione il Viandante, 2021). All’evento, organizzato dall’insegnate Maria Rita Santone e dalla rappresentante di plesso Mimma Valerii, hanno preso parte le autrici del libro Anna Bongiovanni e Laura Bongiovanni ed il sindaco Gianguido D’Alberto, oltre a tutte le insegnanti della scuola. 

Protagonisti assoluti della mattinata sono stati i bambini di tutte le classi, dalla prima alla quinta: riuniti in aula magna, hanno interagito con le autrici e le maestre, leggendo a turno tutte le favole, ponendo domande e mostrando i disegni e le attività dedicate al libro, svolte con le loro insegnanti. Il volume “Favole e Leggende d’Abruzzo” è un libro che presenta un nuovo modo di viaggiare per famiglie, nella natura e nell’Abruzzo antico e selvaggio, una raccolta di 6 favole illustrate, ispirate a fatti realmente accaduti o leggende popolari medievali, ognuna seguita da un percorso nei luoghi della storia, per far conoscere e promuovere questa regione in modo diverso, attraverso gli occhi dei bambini, tra luoghi magici e incantati.

Una iniziativa, questa della scuola San Berardo, apprezzata dal sindaco come attività preziosa per avvicinare i bambini alla lettura: il primo cittadino ha ricordato che Teramo, anche per il biennio 2022-2023, conferma il titolo di ‘Città che legge‘ a livello nazionale. “Questo libro è un dono importante che la scuola ha fatto agli alunni – ha commentato D’Alberto – perché racchiude in sé la bellissima esperienza della lettura. La Lettura è importante, perché non significa soltanto un esercizio, significa entrare dentro quello che stiamo leggendo e questo libro contiene in sé tutte le meraviglie della lettura, contiene il viaggio, perché la lettura è un viaggio nei luoghi e negli spazi che vengono raccontati. Dobbiamo anche divertirci con la lettura perché la lettura è un gioco ed una scoperta, una scoperta di bellezza e il nostro Abruzzo che ci viene raccontato in questo libro è una regione bellissima, è la regione verde d’Europa, piena di storia, e quindi la lettura è conoscenza”.

Leave a Comment