A Monticelli l’addio ad Ernesto. I residenti protestano per il dissesto della provinciale

Alle 11.30 i funerali del carrozziere deceduto nell’incidente di venerdì. L’intera frazione è in lutto ma è forte la rabbia per le condizioni del fondo stradale

TERAMO – Sono in programma alle 11.30 di stamattina, lunedì 26 dicembre, nella chiesa parrocchiale di Monticelli, i funerali di Ernesto Ferrilli, il carrozziere di 42 anni che ha perso la vita nell’incidente stradale nei pressi di Varano, venerdì scorso. Il magistrato di turno, Silvia Scamurra, dopo l’esame medico legale esterno, ha deciso di non disporre l’autopsia e di riconsegnare la salma alla famiglia, per poter tenere le esequie. La salma sarà poi sepolta nel cimitero di Varano.

E’ stato un Natale di tristezza per la comunità di Monticelli, straziata dal dolore per questa improvvisa scomparsa di un giovane molto conosciuto e noto come grande lavoratore. Ultimo di tre figli, Ernesto aveva deciso di seguire le orme del padre e strada facendo aveva acquisito una buona esperienza come carrozziere, prima nell’impresa del padre e poi alle dipendente di un altro artigiano.

L’incidente ha spezzato una giovane vita, la sesta di queste mese di dicembre sulle strade della provincia. A chiarire l’esatta dinamica dello scontro mortale che ha coinvolto la Toyota Aygo, saranno gli agenti della Polizia locale intervenuti per i rilievi. Stavolta però si leva forte il grido di protesta dei residenti della zona e delle frazioni di Varano e della vicina contrada di Monticelli per le condizioni in cui versa la strada provinciale 18, dove si è verificato l’incidente mortale. Se ne lamenta il dissesto e l’incuria, con buche ed avvallamenti che non sono mai stati sistemati dalla Provincia, nonostante le diverse e continue segnalazioni. Non è escluso che la strada dissestata sia stata una delle cause del gravissimo incidente.

Leave a Comment