Pasquetta tragica, vigile del fuoco muore in montagna

Il capo reparto Domenico Ferracatena di Campli stava pescando con il figlio a Castel Manfrino quando ha avuto un attacco cardiaco. Il recupero gestito dai colleghi con l’elicottero per il trasferimento ad Ascoli

CAMPLI – Tragedia in montagna nel Teramano. Un uomo di 59 anni di Campli, Domenico Ferracatena, noto capo reparto dei vigili del fuoco del comando di Teramo, è morto in mattinata sulla montagna di Campli, nella zona di Castel Manfrino di Valle Castellana, a Macchia da Sole, dove si era recato a pescare con il figlio 32enne Marco. Da quanto si apprende si sarebbe trattato di una morte naturale, provocata da un attacco cardiaco.

Ad avvertire i soccorsi è stato il figlio che è dovuto risalire dal corso d’acqua dove si trovavano perché non c’era segnale telefonico. Tra i primi ad arrivare sul posto sono stati un amico e i colleghi vigili del fuoco, seguiti poi dal personale sanitario del 118. già i tentativi di rianimazione cardio respiratoria iniziali erano stati inefficaci e quando sono arrivati i sanitari per il caposquadra non c’era più nulla da fare.

Sono stati i colleghi della vittima a provvedere al recupero della salma con il supporto dell’elicottero Drago decollato da Pescara.

L’autorità giudiziaria ha disposto il trasferimento all’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno, con un’ambulanza del118, dove la salma sarà sottoposta all’esame cadaverico. La notizia ha fatto subito il giro non solo degli ambienti di lavoro ma anche tra i tantissimi amici che Domenico aveva e che lo accompagnavano nelle sue stesse passioni come la caccia e l’allevamento dei cani. Stanotte avrebbe dovuto fare il suo consueto turno da capo reparto.

IN AGGIORNAMENTO

Leave a Comment