Di Venanzo: assegnato il quarto "Esposimetro"

TERAMO  Individuato anche l'ultimo nome a cui assegnare il quarto Esposimetro d'oro della 12^ edizione del Premio internazionale per la fotografia cinematografica Gianni Di Venanzo: il riconoscimento alla carriera è stato attribuito ad Alvaro Mancori con la seguente motivazione della Giuria presieduta da Stefano Masi: “Per la poliedrica figura di cineasta a tutto campo, che gli ha consentito di spaziare dalla fotografia alla regia e perfino alla produzione e alla gestione di un complesso di teatri di posa”.  Alvaro Mancori  ha lavorato con i mostri sacri del cinema italiano. Con alcuni, oltre ai rapporti professionali, ha anche stretto legami di amicizia: Totò, Vittorio De Sica, Alberto Sordi, Marcello Mastroianni, Pier Paolo Pasolini, Sergio Leone. “La sua poliedricità   informa una nota dell'ufficio stampa del premio gli ha permesso di ricoprire una molteplicità di ruoli: ovviamente quello di direttore della fotografia in tantissimi film, ma anche regista, sceneggiatore, soggettista, produttore e perfino distributore con la catena dei cinema ECI negli anni '80. Ma non solo, perché è di Alvaro Mancori la realizzazione degli studi cinematografici della ELIOS di Roma, oggi Titanus, con la creazione del primo villaggio western europeo, creato per contrastare lo strapotere statunitense. Negli studi ELIOS sono stati girati i più importanti 'spaghettiwestern' degli anni '60 e '70.  

Leave a Comment