L’Abruzzo va al Vinitaly con ottimi numeri

PESCARA – (Regflash) – Quest’anno l’Abruzzo ha molto da dire, da far vedere e da far… gustare ai visitatori ed espositori della 43ma edizione del Vinitaly, la massima espressione mondiale del mercato vitivinicolo in programma a Veronafiere dal 2 al 6 Aprile prossimi. "Una edizione epocale per la nostra regione" come ha spiegato in conferenza stampa l’assessore Mauro Febbo, che stamattina ha presentato l’evento, "perché con i due nuovi disciplinari riconosciuti e con la richiesta di riconoscimento di ben cinque nuove DOC, l’Abruzzo ha intrapreso un nuovo percorso". Il messaggioo che la Regione Abruzzo porta a Verona è inequivocabile: "un territorio unico, ma con molte peculiarità che vanno ben oltre il solo vino simbolo, il Montepulciano d’Abruzzo". Sebbene sia stato, infatti, proprio questo vino straordinario a far conoscere la nostra regione nel mondo, oggi la produzione vinicola offre molto di più ed è capace di soddisfare le richieste di un consumatore sempre più esigente. L’Abruzzo si presenta al Vinitaly con un mercato in forte crescita che conta in totale oltre 20.000 produttori viticoli, che lavorano una superficie vitata di circa 36.000 ettari (il 5 per cento del territorio nazionale). Una produzione totale di oltre 3,5 milioni di ettolitri, di cui 1,1 milioni sono produzioni Doc. Le esportazioni rappresentano circa il 30 per cento della produzione totale; i principali mercati esteri sono la Germania, con il 23 per cento e gli Stati Uniti con il 22 per cento. L’enologia abruzzese è quindi conosciuta ben oltre i confini nazionali e in tempo di crisi economica una delle carte vincenti dell’Abruzzo è costituita dall’ottimo rapporto qualità prezzo dei suoi vini che consentono di bere un vino di qualità ogni giorno. Il padiglione Abruzzo verrà animato da quattro tasting organizzati nella sala degustazioni con il coordinamento della Regione Abruzzo. Gli incontri, condotti da Adua Villa, sommelier ufficiale della trasmissione televisiva "la Prova del Cuoco", saranno dedicati alle novità, tutte a Denominazione di Origine Controllata. E’ prevista la partecipazione del ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia, che consegnerà le medaglie ai benemeriti della vitivinicoltura italiana (cinque, quelli abruzzesi). Ai tasting programmati si affiancherà sabato alle 11.00 una degustazione d’eccezione dal titolo "I vini del ricordo: Gianni Masciarelli, Nicola Santoleri ed Edoardo Valentini". Alle famiglie di questi tre uomini che hanno contribuito a far conoscere la regione nel mondo, l’Assessore Regionale alle politiche agricole, Mauro Febbo, consegnerà personalmente una targa ricordo. "Non solo il vino rappresenta un prodotto di punta della nostra regione, ma anche l’olio che rappresenta un’importante realtà economica con gli oltre 41 mila ettari coltivati e la presenza di oltre 61 mila aziende agricole". Ad affiancare il vino, anxchwe quest’anno torna la 15ma edizione del SOL (il Salone Internazionale dell? Olio extravergine di oliva). 22 saranno le aziende a rappresentare le quattro province abruzzesi che si propongono al mercato forti dei numerosi attestati e riconoscimenti sulla qualità ottenuti dagli olii abruzzesi. "Il Salone dell’olio è diventato nel corso degli anni la più importante vetrina delle migliori produzioni oleicole nazionali e la Regione Abruzzo è sempre stata presente con numerose aziende". "Anche questo settore ha visto negli ultimi anni un lento e progressivo cambiamento che ha portato da un lato a una migliore qualificazione delle produzioni e dall’altro ad una migliore percezione presso i consumatori dell’olio abruzzese come prodotto di qualità".

Leave a Comment