BancaTercas, 15 punti per un altro traguardo storico

TERAMO – Il massimo obiettivo ma non con il minimo sforzo: la BancaTercas ribalta la sconfitta dell’andata a Cipro, supera Nicosia di quel tanto (15 punti) che serve per superare il turno e accedere al tabellone principale dell’Eurocup. Sì, la piccola di provincia si toglie anche la soddisfazione di fare un passo in più in Europa, dopo i successi nella serie A1 di basket. La squadra di Capobianco ha saputo tenere i nervi i saldi e come il migliore dei pugili ha atteso il momento giusto per piazzare il colpo del ko. E’ successo pian piano, a cominciare dal 27′ quando ha raggiunto il massimo vantaggio dopo un match punto a punto, sul 57-44 con la doppia tripla consecutiva di Hoover. L’Apoel non ci stava e recuperava, tenendo sotto i riflettori l’ex dfi turno: Lewis Sims è riuscito a fornire una prova superlativa con 28 punti (22 dei quali nel primo tempo), che però non è bastata a sottrarre i suoi dalla sconfitta e dall’eliminazione. Ci ha provato fino alla fine quando, sul 75-60 per la BancaTercas, ha piazato i due liberi della qualificazione per i ciprioti, a poco più di 8 secondi dalla conclusione. Ma Teramo è stata più tenace e Bobby Jones, fino a quel momento deludente ai liberi (5/10), ha colto proprio dalla “linea della carità“ i due punti che volevano dire passare al turno successivo. Ecco il tabellino dell’incontro:
BancaTercas Teramo-Apoel Nicosia 77-62 (19-19, 42-38, 61-54)
BancaTercas Teramo: Ryan 12, Jones 16, Poeta 8, Amoroso 11, Lulli 5, Cerella 5, Thomas 4, Diener 9, Stanescu 2, Jurak 5. N.e. Marino, Polonara. All. Capobianco.
Apoel Nicosia: Van Dorpe, Sims 28, Heath 5, Roberts, Anastasiadis 6, Phillips 5, Tamir, Pittakas, Cisse 8, King 10. N.e. Fowlkes. All. Stylianidis.
Arbitri: Javor (Slovenia), Dmitriev (Bielorussia), Mateus (Francia).
Note: tiri da due, Teramo 17/38, Nicosia 16/34; tidi da tre, Teramo 10/33, Nicosia 5/10; tiri liberi, Teramo 13/20, Nicosia 15/20; rimbalzi, Teramo 39, Nicosia 34. 

Leave a Comment