Spettatori incantati, nonostante il maltempo, dai primi concerti allestiti al Teatro Romano da Baiocco e Melozzi

TERAMO – Una folla di curiosi e appassionati ha partecipato ieri ai primi due eventi della manifestazione di Enrico Melozzi e Mauro Baiocco "Banda Larga – Teramo Ignorata". La tribuna montata intorno al teatro romano era gremita di giovani e adulti, e il concerto in onore di De Andrè è stato applauditissimo. Lo spettacolo è iniziato con un po’ di ritardo a causa del maltempo che non ha però intaccato la riuscita di un evento che ha visto numerosissimi spettatori cantare a squarciagola le canzoni del cantautore genovese. Poco prima, all’interno della chiesa di San Bartolomeo il concerto inaugurale. Uno spettacolo inaspettato, particolare curato da Luigi Pizzaleo che ha presentato musica antica e moderna suonata dalle note dell’arpa a vetro e accompagnato dal violoncello di Enrico Melozzi, che si è prestato a suonare il violoncello. E poi il sestetto della Banda dell’Esercito Italiano, che ha travolto il pubblico con brani di ogni genere, dimostrando una simpatia fuori dalla norma, una grande capacità tecnica e senso della divulgazione. Presenti all’evento numerose autorità cittadine e il sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, che dopo un discorso di saluto introduttivo, è rimasto affascinato ad ascoltare gli artisti fino al termine dello spettacolo. Per Silvio Araclio si tratta di "una manifestazione senza precedenti, di altissimo livello culturale". Per Sandro Melarangelo "semplicemente bellissimo evento, di cui c’era realmente bisogno". L’illuminazione curata da Walter Nanni ha conquistato unanimi consensi. L’appuntamento è per questa sera alle 21 con il concerto clou di Pierre Charial che eseguirà brani con il particolarissimo organo meccanico e con Enrico Melozzi. Seguiranno le interpretazioni di Ivan D’Antonio, Danilo Di Paolonicola, e la proieizone del film "Colpa Nostra".

Leave a Comment