Un marchio "Made Abruzzo" per superare la crisi

TERAMO – La proposta di istituire un marchio di garanzia a tutela delle aziende abruzzesi che operano sul territorio e si impegnano a garantire l’alta qualità dei loro prodotti, è stata lanciata questa mattina a Pescara
dal consigliere regionale del Pdl Emiliano Di Matteo, nel corso di una conferenza stampa alla presenza di altri
esponenti della Giunta e del Consiglio regionale. "Nelle prossime settimane – ha spiegato Di Matteo –
presenteremo un disegno di legge regionale per la creazione del marchio Made in Abruzzo, al fine di istituzionalizzare il rapporto tra aziende e territorio. In un periodo dove, purtroppo, le risorse a disposizione della Regione per le misure di sostegno alle imprese sono insufficienti, è indispensabile studiare iniziative diverse per essere vicini ai nostri imprenditori. Di qui l’idea di questo marchio, che punta ad un riconoscimento per quelle aziende che vogliono continuare ad investire e lavorare in Abruzzo". I dettagli dell’operazione sono in parte ancora in fase di studio: per utilizzare il marchio "Made in Abruzzo" le imprese dovranno sottoscrivere una sorta di carta etica, impegnandosi a rispettare una serie di requisiti ben precisi. In cambio potranno beneficiare, ad esempio, delle campagne di comunicazione del marchio che saranno organizzate, oltre a potersi fregiare di un "sigillo" da utilizzare come garanzia per i propri clienti.

Leave a Comment