"Tempi certi per la chiusura dei reparti a Sant'Omero"

TERAMO – La momentanea chiusura dei reparti di Ginecologia, Ostetricia e Ortopedia annunciata dalla Asl di Teramo per consentire i lavori di ammodernamento del blocco operatorio dell’ospedale di Sant’Omero, preoccupa il consigliere regionale Emiliano Di Matteo, intervenuto in una nota per sottoporre le perplessità dell’area vibratiana. Secondo il consigliere del Pdl, a fronte della chiusura dei reparti, dubbi sussisterebbero sulla certezza dell’apertura del cantiere. “E’ normale che possa capitare lo slittamento dell’inizio dei lavori, anche in una più attenta programmazione – dichiara Di Matteo -. Nel caso del nostro nosocomio è possibile rinviare la chiusura dei reparti fino a quando non sia strettamente necessario”. Motivo per il quale Di Matteo, dopo un confronto con i sindaci della Val Vibrata, sottopone alla Asl una sua “controproposta” sintetizzata in 3 punti: "chiudere temporaneamente i reparti solo se è assolutamente necessario, chiuderli solo nel momento in cui si è certi del reale inizio dei lavori, riapertura immediata alla conclusione dei lavori con il reintegro di tutto il personale attualmente presente".  “Va tenuto presente – dichiara Di Matteo che parla di decisione “affrettata” – che siamo alla vigilia della stagione estiva e che chiudere e depotenziare alcuni reparti si tradurrebbe nell’impossibilità di offrire ai turisti i servizi adeguati”. Di Matteo, dichiarandosi convinto del clima di collaborazione coni vertici della Asl, dichiara infine che vigilerà sull’operazione e sui tempi degli interventi in programma.

 

Leave a Comment