Nel "Salotto del Fai" la musica di Antonioni

TERAMO – La Sala Consiliare del Comune di Teramo ospita venerdì alle 18 la prima edizione del “Fai Salotto” che apre con il contributo del compositore Francesco Antonioni che porterà il pubblico ne “I suoni, i luoghi e l’uomo”. L’incontro, introdotto dalla presidente del Fai di Teramo, Franca Di Carlo Giannella, sarà moderato dai giornalisti Laura De Berardinis e Simone Gambacorta. Saranno presenti il sindaco di Teramo Maurizio Brucchi e l’Assessore alla cultura e turismo di Roseto degli Abruzzi, Maristella Urbini. Nato da una famiglia di musicisti, Francesco Antonioni ha preso le prime lezioni di composizione a undici anni. Suoi maestri sono stati Raffaele Gervasio, Francesco Valdambrini, Edgar Alandia per la composizione e Pierluigi Camicia per il pianoforte. Ha proseguito gli studi musicali con Azio Corghi, nei corsi di perfezionamento dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia di Roma. Laureato in Filosofia all’Università La Sapienza, ha studiato composizione e conseguito diversi premi presso il Royal College of Music di Londra, con Julian Anderson, grazie ad una borsa di studio del Regno Unito (Queen Elisabeth the Queen Mother Scholarship). Sin dall’esordio alla Biennale di Venezia del 2001 la musica di Francesco Antonioni è stata salutata dalla critica come una promessa, ricca di inventiva, di freschezza e di indipendente originalità. Ha composto musica per orchestre, ensemble e solisti di grande prestigio internazionale, per trasmissioni televisive ed eventi multimediali. Insegna composizione in conservatorio e conduce programmi radiofonici su Radio 3.

 

Leave a Comment