Armani, il Pd: "Non permettiamo a nessuno di schernire Teramo"

TERAMO – Le dichiarazioni attribuite a Giorgio Armani, contrariato a giocare a Teramo perché “squadra di paese” trovano l’indignazione del Partito Democratico di Teramo intervenuto in una nota sulle dichiarazioni riferite dal presidente dell’Eurolega di basket, Jordi Bartomeu. “Il rispetto per gli abitanti di un territorio, per la tradizione, la cultura e l’amore proprio delle persone è sancito dalla Carta dei Rapporti civili e dell’educazione Istituzionale. Il Partito Democratico – si legge nel comunicato diffuso dall’unione comunale – ha atteso, invano, la smentita ufficiale di Giorgio Armani, che la stampa nazionale e locale, ha ampliamente noviziato. Il Pd stigmatizza un messaggio, che offende, un’intera comunità che pur non avendo le risorse di una metropoli, riesce con le proprie capacità imprenditoriali, a sopravvivere in una realtà sportiva di vertice”. “Ci sentiamo in dovere di stringerci intorno alla proprietà della Teramo Basket, a tutti i tifosi e al senso di teramanità, respingendo questa gaffe al mittente- prosegue la nota del pd – Teramo è un esempio per ogni realtà sportiva. Teramo con il rispetto e la preparazione dei propri dirigenti sportivi non meritava di essere un negativo termine di paragone. Continueremo a vigilare e non permetteremo, che la passione e i sacrifici di un intero territorio, diventino oggetto di scherno, da parte di una realtà che con scarsa umiltà, si proclama a entità divina.

Leave a Comment