Sicurezza alimentare, l'attività di ricerca dell'Izs a confronto con altri operatori

TERAMO – Il fondamentale ruolo dell’Istituto “Caporale” di sentinella della qualità e della sicurezza alimentare dei molluschi che ogni giorno vengono consumati sulle tavole di case e ristoranti, è ancor più esaltato dai recenti dettami dei regolamenti europei del “Pacchetto igiene“. L’introduzione di più ferree modalità di controllo delle produzioni alimentari ha interessato anche la filiera dei molluschi bivalvi, vongole e cozze in particolare, che presenta criticità da non sottovalutare. L’ICT, proprio per rendere concreto ed efficace il controllo sulla sicurezza alimentare, stimola il confronto tra gli operatori del settore attraverso la presentazione della propria attività di ricerca, svolta nel Centro sperimentale regionale per la Pesca e l’Acquacoltura che ha sede a Termoli (Campobasso). L’occasione è fornita dal Convegno “La produzione primaria dei molluschi bivalvi nella Regione Molise: un mare di sicurezza”, in programma nella sala consiliare del Municipio di Termoli, sabato 24 novembre. Nel corso dei lavori saranno illustrati i risultati della classificazione delle zone di produzione dei molluschi, la sperimentazione dell’efficacia di sistemi di depurazione degli stessi e della valutazione e gestione della risorsa sfruttabile di Venus gallina. L’evento è rivolto a tutti gli operatori del settore ed è stato accreditato ECM con l’attribuzione di 3 crediti formativi per le figure professionali del veterinario, del biologo, del tecnico di laboratorio, del tecnico della prevenzione e del chimico.

Leave a Comment