«Lo svincolo del Lotto 0 è come un gioco dell'oca, ma perdono i teramani»

TERAMO – La nuova viabilità legata al Lotto 0 «sembra uno strano gioco dell’oca, dove a perdere sono sempre e solo i cittadini teramani». E’ questa l’opinione del Pd, che, pur ribadendo l’utilità dell’apertura del secondo tratto della tangenziale cittadina, chiede all’amministrazione comunale che, in realtà, sta già valutando possibili correttivi, di ripristinare, in accordo con l’Anas, la situazione antecedente all’apertura della viabilità nei pressi dello svincolo di Porta Romana. «In particolar modo – si legge nella nota del Pd – si chiede di ripristinare il doppio senso di circolazione su via Conte Contin e su via Cadorna. La trasformazione di queste vie in sensi unici sta portando gravi disagi alla mobilità del traffico cittadino, obiettivo del tutto opposto all’apertura di nuovi tratti stradali, che dovrebbero invece migliorarlo. La trasformazione di via Conte Contin è scaturita dalla necessità di dare un migliore accesso in città a chi arriva da Montorio, immettendosi nel traffico cittadino senza dare alcuna precedenza». Secondo il Pd di Teramo invece bisogna ripristinare la precedenza alla viabilità urbana, come in qualsiasi innesto della stessa strada su altri svincoli e come nel caso dello stesso svincolo per chi arriva da Giulianova. «Tale situazione – aggiunge il Pd – provoca ingorghi nelle ore di ingresso ed uscita da scuola e dal lavoro per moltissimi cittadini, che sono costretti a lunghe file, per percorrere le nuove direzioni, fuori da ogni logica. È infatti assurdo che chi si trova ai margini della città, come zona ex stadio, per prendere il Lotto Zero direzione Giulianova, debba rientrare dentro la stessa, ingolfando i Tigli e poi transitare su una stradina interna come via Diaz, dove tra l’altro sono presenti ben due scuole. Oppure come chi arriva dalla Specola e per andare in viale Crucioli deve passare per i Tigli e la stessa via Diaz».

 

Leave a Comment