Auto in un canale, muore anziano. Operaio-eroe salva moglie e nipote

AVEZZANO – Un uomo di 80 anni, Fortunato Onofri, di Gioia dei Marsi, è morto dopo essere finito con la sua auto in un canale di irrigazione del Fucino nei pressi della strada che collega il nucleo industriale di Avezzano a Luco dei Marsi: con lui viaggiavano due donne, la moglie e la nipote, entrambe tirate fuori dall’acqua da un operaio che stava transitando sulla strada in quel momento. Secondo una prima ricostruzione dell’incidente l’auto guidata da Onofri si è scontrata con un’altra autovettura ed è finita nel canale. Dopo essere state tratte in salvo le due donne sono state soccorse dal 118: la moglie di Onofri è stata trasportata all’Aquila con l’eliambulanza. Sul posto anche i vigili del fuoco e i carabinieri. L’incidente è avvenuto lungo la strada 40 in prossimità dell’incrocio con la strada 10. La Lancia Y di Onofri si è scontrata con una Golf in circostanze ancora da chiarire. Dopo lo schianto l’auto è volata via dall’asse stradale sprofondando in acqua; Onofri è annegato, ma un intervento provvidenziale da parte di un operaio, Giuseppe
Cordovani, che vive lì nei pressi e che si è gettato nel canale, ha permesso di liberare le altre due persone a bordo, la moglie, L.G. (78) e la nipote A.D.C. (27); altre quattro persone sono arrivate in aiuto dell’operaio. Le due donne non corrono pericolo di vita sebbene siano state ricoverate. La salma dell’uomo è stata già riconsegnata alla famiglia dopo il via libera della magistratura.

Leave a Comment