Scerne di Pineto, il parco per bimbi trasformato in una discarica

PINETO – Cartacce, bottiglie, rifiuti e persino siringhe gettate un po’ ovunque. Un intero quartiere abbandonato al degrado quello della ‘Costa del Sol’ a Scerne di Pineto. La segnalazione – con tanto di scatti nei punti più critici del quartiere – arriva da Luigi Roscioli, presidente del comitato cittadino ‘Scerne e Torre San Rocco’. “Le foto parlano chiaro – attacca Roscioli – anche se la situazione reale è molto più grave di come appare”. In effetti le immagini documentano le aree verdi incolte e i rifiuti gettati in quello che dovrebbe essere un parco per bambini : “Una piccola discarica a cielo aperto – continua il rappresentante del comitato – con rischi notevoli di tipo igienico sanitario, di sicurezza e ordine pubblico”. La denuncia riguarda anche le condizioni delle strade, cosparse di buche, la scarsa illuminazione e i marciapiedi ormai divelti. “La strada, la piazza e il parco di quest’area di Scerne sono di proprietà del Comune – aggiunge ancora Roscioli – ma da anni non è stato fatto alcun intervento di manutenzione, né ordinaria né straordinaria”. Il comitato, che ha già segnalato la situazione di degrado al Comune, invita quindi il sindaco Robert Verrocchio e l’amministrazione pinetese a intervenire per riportare la zona ad una condizione di normalità. “Ribadiamo il nostro impegno a collaborare per trovare soluzioni immediate per il quartiere – chiude Roscioli – e siamo convinti che i tempi siano maturi per avviare una discussione costruttiva sulle azioni che il Comune vorrà adottare per le problematiche dell’intera frazione di Scerne e Torre San Rocco”.

Leave a Comment