Moglie e marito investiti sulle strisce: lei muore, ferito lui

GIULIANOVA – Tragedia a Giulianova Paese nel pomeriggio di oggi. Moglie e marito falciati da un’autovettura: lei, Concettina Piccioni, 67 anni, è morta sul colpo; il marito, Riccardo Arancio, 75 anni, è rimasto a terra con ferite serie ma non corre pericolo di vita. L’incidente è avvenuto sulle strisce pedonali, che sono quasi invisibili ma che sono indicate dalla segnaletica verticale, nei  pressi della curva che in via Migliori sul pendio di via per Mosciano, proprio poco dopo lo stadiio Rubens Fadini. E’ successo sotto casa della coppia, molto nota nella zona, in particolare per essere i genitori di Massimo Arancio, un passato importante da calciatore con le maglie di Teramo e Giulianova. La vittima inoltre, era anche sorella dell’ex allenatore e giocatore del Teramo, Bruno Piccioni. I coniugi erano usciti da poco dall’American Bar, che si trova proprio sulla curva: Concetta era andata a riprendere il marito per accompagnarlo a casa, perchè sofferente a una gamba. Quando si accingevano ad attraversare per raggiungere il lato opposto di via Migliori dove abitano, su di loro è sopraggiunta la Opel Astra condotta da un 39enne di Teramo che ai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Giulianova ha detto di essere stato accecato dal sole al tramonto e di non essersi accorto della presenza dei due pedoni sulla strada. Ad essere presa in pieno è stata la donna, che è stata sbalzata a circa una ventina di metri oltre il punto di impatto e che nel volo ha trascinato il marito che teneva sotto braccio. Per fortuna l’uomo è finito a terra più vicino e l’impatto con l’asfalto non gli ha procurato consguene serie, che comunque sono sotto lo stretto controllo dei sanitari dell’ospedale di Giulianova dove è stato trasportato con un’ambulanza del 118. La macchina è stata sequestrata, per il conducente della macchina scatterà la denuncia per omicidio colposo.

Leave a Comment