Il sindaco di Torricella in polemica con la Soprintendenza scrive al ministro Franceschini

TERAMO – “La soprintendenza delle belle arti d’Abruzzo esprime un parere negativo anche a chi vuole conservare e tutelare i beni storici”. Lo riferisce Daniele Palumbi, sindaco di Torricella Sicura dove la Parrocchia di San Paolo Apostolo e il Comune, dopo aver sistemato il tetto ed eseguito il miglioramento strutturale della chiesa “Santa Maria delle Vergini”, volevano anche riportare le facciate esterne della Chiesa così come erano in origine, e cioè con pietre e mattoni. Per questo motivo è stato richiesto a ottobre 2015 il formale nulla osta alla Soprintendenza D’Abruzzo a demolire i vecchi e fatiscenti intonaci presenti attualmente nell’immobile storico, eseguiti inopportunamente intorno agli anni 1960 e riportare le facciate a pietre e mattoni, così come era sempre stato dalle origini. «Ma dopo diversi solleciti – spiega il sindaco – è arrivato a distanza di cinque mesi dalla richiesta il parere negativo da parte della Soprintendenza dove senza nessuna chiara motivazione e contro la volontà di un intero territorio ha bocciato la proposta di conservazione e tutela dell’immobile così come era prima (quindi con le facciate a pietre e mattoni) ed ha imposto gli inopportuni e non consoni intonaci. Il Sindaco Daniele Palumbi dopo tale spiacevole ed inopportuno parere è andato su tutte le furie scrivendo anche una pesante nota al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini che è stato interessato del caso insieme al governatore Luciano D’Alfonso a cui la nota è stata trasmessa per conoscenza.

Leave a Comment