Canzio su piazza Sant'Anna: «La città non può morire per le lamentele di uno»

TERAMO – «Tutte le manifestazioni organizzate dal Comune di Teramo impongono l’installazione di bagni chimic: se poi c’è chi non li usa non possiamo risponderne». Non si fa attendere la risposta dell’assessore Roberto Canzio, alle critiche mosse dal consigliere Bartolini sull’evento musicale svoltosi in piazza Sant’Anna ieri sera e protrattosi fino a tarda ora. «Io credo – ha aggiunto Canzio – che questa città abbia bisogna di risollevarsi e debba farlo anche attraverso manifestazioni come quella di ieri sera, che ha attratto gente e soprattutto molti giovani. Se non siamo disposti ad accoglierle nel giusto modo, allora credo sia inutile e siamo soprattuto destinati a morire. Non possiamo condannare alla morte tutti per la lamentela di uno soltanto». Secondo Canzio, c’è un altro aspetto che non va sottovalutato di questo tipo di manifstazioni: «Attraggono molti giovani e sono una buona ‘scusa’ per non farli salire in macchina e farli girare sulle strade e dunque, metterli a rischio di incidenti».

Leave a Comment