E' polemica sugli arenili dopo i bagordi: restano bottiglie e tante discariche FOTO

TORTORETO – Divampa la pomelica sulle pessime condizioni in cui sono stati lasciati gli arenili liberi nella note dei bagordi di Ferragosto, che in questa edizione 2018 ha fatto registrare un picco gravissimo di minorenni intossicati dall’alcol. Da Tortoreto fino a Roseto, ci sono interi tratti di spiaggia ridotti a discariche dove questa mattina gli operatori pubblici sono intervenuti per rimuovere ogni genere di rifiuto. Ovviamente soprattutto le due spiagge libere nella zona del Sayonara e del Quattro Palme a Tortoreto sono quelle ridotte peggio, ma Giulianova e Roseto non sono rimaste indenni, anche se con minori conseguenze. A Tortoreto le bottiglie, gli scatoloni, i residui dei banchetti con piatti e posate di plastica, perfino molti ombrelloni e sdraio sono finiti perfino in acqua. Dappertutto sporcizia, senza che nessuno, una volta finite le feste all’alba, si sia preoccupato di raccogliere e smaltire i rifiuti. Un panorama desolante, con la spiaggia questa mattina impraticabile per tutti gli altri che ieri notte non era lì per i bagordi.

Leave a Comment