Controesodo di fuoco: da Martinsicuro a Porto San Giorgio traffico in tilt dopo l'incendio in galleria

MARTINSICURO – Sul primo controesodo dei vacanzieri che tornano verso casa si abbatte l’intasamento di uno dei pochi tratti ancora a due corsie dell’A14, tra l’Abruzzo e le Marche, causato dai riflessi dell’incendio in galleria di un Tir, nella zona di Grottammare, che ha provocato la chiusura della carregiata in direzione sud tra Pedaso e Grottammare e il conseguente dirottamento del traffico sulla statale Adriatica. Tutto questo per permettere il ripristino dell’utilizzo della galleria (per il quale si prevedono però tempi lunghi) senza però intralciare la carreggiata in direzione nord con un doppio senso che creerebbe problemi maggiori per il rientro. Ecco però che mentre la Statale 16 è in tilt da ieri tra Martinsicuro e Fermo, anche sulla carreggiata nord dell’A14 si registrano in quel tratto code per 13 chilometri.
Viabilità Italia spiega che continuano i lavori di messa in sicurezza della galleria, fortemente danneggiata, ma che i tempi di ripristino si presumono non brevi. «In linea con le previsioni da bollino rosso – spiega una nota – anche nella mattinata odierna i volumi di traffico sono particolarmente elevati, in particolare in carreggiata nord dove si registrano 13 km di coda nonostante si circoli su entrambe le corsie disponibili per ridurre i disagi. La carreggiata sud dell’A14 (direzione Pescara) è chiusa nel tratto Porto San Giorgio e Grottammare. I veicoli che viaggiano in tale direzione escono obbligatoriamente al casello di Porto San Giorgio e possono riprendere l’A14 al successivo casello di Grottammare percorrendo i 26 chilometri della Statale 16, con tempi Sulla carreggiata sud, a causa dell’uscita obbligatoria a Porto San Giorgio, ci sono 9 chilometri di coda, percorribili in circa 40 minuti. A tale stazione, per facilitare le operazioni di deflusso, non è previsto il pagamento del pedaggio».

 

GLI ITINERARI CONSIGLIATI. EccO gli itinerari consigliati da Viabilità Italia per le prossime ore e per il fine settimana:
– Chi percorre la A14 da Bologna verso l’Abruzzo e la Puglia può uscire a Cesena per utilizzare l’E45 Orte-Ravenna, entrare in A1 ad Orte, percorrerla fino all’interconnessione con l’A24 ed utilizzare l’A24 verso Teramo per le destinazioni abruzzesi e del sud marchigiano, oppure l’A25 verso Pescara per proseguire verso la Puglia.
– Chi percorre la A1 diretto verso l’Abruzzo e la Puglia, può proseguire oltre Bologna fino a raggiungere a Roma l’interconnessione con la A24 e proseguire sulla stessa fino a Teramo ovvero utilizzare la A25 verso la Puglia.
– Chi percorre la A14 dalla Puglia e dall’Abruzzo ed è diretto in Emilia Romagna o verso destinazioni più a nord può uscire sulla A25, raggiungere la A24, arrivare all’interconnessione con la A1 a Roma e proseguire verso nord. 
– Chi percorre la A14 dalla Puglia e dall’Abruzzo ed è diretto nelle Marche – a nord del tratto chiuso – può uscire sulla A25, raggiungere la A24, arrivare all’interconnessione con la A1 a Roma, uscire ad Orte, percorrere la E45 verso Cesena.

Leave a Comment