Ai residenti in centro sarà permesso sostare sulle strisce blu tra le 18 e le 10

Martedì approda in Consiglio il ‘compromesso’ dopo le polemiche sulla tariffa annuale

TERAMO – Niente ‘abbonamento’ simbolico a 30 euro all’anno, niente tariffa scontata sugli stalli a pagamento, ipotesi che hanno fanno scattare polemiche e contrapposizioni non solo tra maggioranza e opposizione ma anche ‘sollevare’ i commercianti: martedì in consiglio comunale approderà un provvedimento da sottoporre a votazione, che prevede la possibilità per i residenti di sostare sulle strisce blu in una fascia oraria compresa tra le 18/19 e le 10 del mattino.

Ovviamente, la condizione è che lo stallo sia libero e non ancora occupato. In ogni caso, secondo le intenzioni del Comune, l’agevolazione tende da un lato a permettere ai residenti di aver un posto auto al rientro dal lavoro e per la notte (come è attualmente nell’ordinanza mai fino in fondo applicata che prevede la sosta in Ztl dalle 20 alle 8) e dall’altro impedire che un stallo venga occupato sine die da chi abita o lavora in centro storico. La proposta prevede la possibilità di non dover togliere troppo presto l’auto allo stallo al mattino, come invece accade adesso.

Secondo l’assessore Maurizio Verna si tratta di un primo approccio alla materia suscettibile di ulteriori modifiche: “La sosta dei residenti in centro storico è legata strettamente al project e questo ci permette di avviare uno studio per raccogliere dati e informazioni che non sono attualmente in nostro possesso sulle abitudini e sull’effettivo utilizzo degli stalli a pagamento, dove e quando”.

Leave a Comment