Si ribalta con l’auto, muore dopo il soccorso luogotenente dei carabinieri

Maurizio Rapagna, 57 anni, lavorava al nucleo radiomobile della compagnia di Teramo. Aveva comandato la stazione di Castelnuovo. Ha avvertito lui il 118 ma è spirato dopo al Mazzini

ROSETO – L’ex comandante della stazione Carabinieri di Castelnuovo Vomano, il luogotenente carica speciale Maurizio Rapagna, di 57 anni, è morto nel pomeriggio di oggi per le conseguenze riportate in un incidente stradale verificatosi lungo la strada provinciale 62 nel territorio della frazione di Casale. Rapagna rientrava nella sua abitazione di Roseto dopo aver svolto il suo turno di lavoro al Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Teramo.

Per cause che stanno accertando gli agenti della polizia locale di Roseto, la Panda condotta dal luogotenente è finita fuoristrada, ribaltandosi. Per il militare dell’Arma i soccorsi sono scattati immediatamente, dopo che lo stesso luogotenente li aveva richiesti con il suo telefono. Trasferito in condizioni molto gravi, sembrava non essere in pericolo di vita ma le sue condizioni sono improvvisamente peggiorate,, forse a causa di qualche lesione interna, e ha cessato di vivere attorno alle 17 al pronto soccorso del Mazzini.

Rapagna, che era sposato e aveva due figli, dopo aver comandato la stazione di Castelnuovo (proveniente da Torre del Greco, dal 2013 era stato trasferito al Norm della Compagnia di Pescara (la foto è di quell’epoca), prima della promozione e dell’arrivo alla Compagnia di Teramo.

Il sottufficiale era persona molto stimata e conosciuta nella provincia, validissimo investigatore, decorato con il titolo di Cavaliere della Repubblica Italiana.
Nella sezione operativa della compagnia carabinieri di Teramo era molto apprezzato sia all’interno del comando ma anche presso gli uffici giudiziari e amministrativi del capoluogo.

Leave a Comment