VIDEO / Finiscono sul web i ladri in azione a Villa Mosca. Appello a chi può riconoscerli

In blitz in viale della Resistenza la sera di San Martino. Due giovani a volto scoperto, in 11 minuti entrano ed escono con un bottino di denaro e preziosi, davanti alle auto in transito

TERAMO – Circola dal pomeriggio sui canali social ed è stato ricondiviso più volte, il video tratto dall’impianto di videosorveglianza di un’abitazione in viale della Resistenza, nel quartiere di Villa Mosca, che riprende l’azione di due giovani ladri, che entrano nell’appartamento approfittando dell’assenza dei proprietari e ne escono una decina di minuti dopo, con un bottino di denaro e preziosi. Le immagini sono state condivise sul web, accompagnate dall’appello a chiunque fosse in grado di riconoscere i due complici, di fornire informazioni agli investigatori.

Il furto è stato messo a segno nella serata di San Martino, venerdì 11 novembre, il timer della registrazione indica le ore 20:27 e l’azione dei due ladri è molto temeraria: il villino è separato dalla strada principale da un marciapiedi e nel corso del blitz ladresco si scorge anche un discreto flusso di auto, essendo una via molto trafficata. Ciononostante, si avvicinano all’ingresso per assicurarsi che non ci sia nessuno in casa, poi decidono di scavalcare in un punto più agevole della recinzione e scendere nel ballatoio dinanzi all’ingresso nascondendosi dietro alle fioriere. Per forzare l’ingresso impiegano 3 minuti, optando per una finestra del pianterreno: restano all’interno dell’abitazione 11 minuti, ricomparendo alle 20:41, dopo aver razziato il possibile e molto probabilmente nascosto il tutto nel marsupio che ciascuno di essi indossa alla vita.

Si allontanano separatamente, dopo aver verificato che non ci siano occhi indiscreti, oltre quello della telecamera, allontanandosi a piedi. Il fatto che abbiano agito a volto scoperto (vestono abiti scuri per muoversi meglio di notte e calzano sneakers) può stare a significare o che si tratti forestieri o che non abbiano precedenti o comunque non risultino fotosegnalazioni precedenti, anche se poter effettuare una identificazione dalle immagini, che non hanno una risoluzione tale da permettere questo, è molto difficile.

Resta il fatto che ancora una volta la zona residenziale cittadina oltre l’ospedale è bersaglio dei ladri, che non fanno distinzioni negli orari per colpire, quanto alla velocità con cui agiscono, favoriti dall’effetto sorpresa.

Leave a Comment