Furti, i cittadini in prefettura. Sopralluogo a Villa Mosca per installare le telecamere

Una delegazione del Comitato ‘Amici di Villa Mosca’ ricevuti a Palazzo di Governo: saranno intensificati i pattugliamenti e accelerate le procedure per la videosorveglianza e la pubblica illuminazione

TERAMO – Cittadini di Villa Mosca in prefettura per esporre i loro timori e perorare la causa di una sicurezza che nel quartiere, soprattutto nella zona Bassa, si è persa da tempo. Dopo la riunione con gli amministratori comunali, sindaco in testa, i rappresentanti del Comitato ‘Amici di Villa Mosca’ (Elda Di Gennaro, Luigi Gorgoglione e Angelo Polidori) hanno ottenuto l’appuntamento in prefettura e hanno incontrato, alla presenza del vice sindaco Giovanni Cavallari, il nuovo capo di gabinetto Luana Strippoli e il viceprefetto, dirigente dell’Area Ordine e Sicurezza Pubblica e Tutela della Legalità Territoriale, Roberta Di Silvestro.

Sul tavolo, il problema della serie di furti che dopo un periodo di relativa calma, hanno fatto registrare una recrudescenza nelle ultime settimane, con razzie anche in pieno giorno. Il problema è quello dei controlli di prevenzione, la presenza di pattuglie delle forze dell’ordine che da un lato assicurino serenità ai residenti, dall’altro fungano da deterrente oltre che controllo costante del territorio.

I vertici della prefettura hanno preso coscienza della problematica e riporteranno questa al tavolo del prefetto Massimo Zanni e del Comitato provinciale dell’Ordine e sicurezza pubblica: come già evidente da qualche giorno, sarà rinforzato il pattugliamento in zona, in particolare nel triangolo via Coppa Zuccari, via Benedetto Croce e via Nicola da Guardiagrele, ma soprattutto verrà rinnovata la raccomandazione all’amministrazione comunale di installare altri punti di videosorveglianza e di pubblica illuminazione.

A tal proposito, questa mattina c’è stato un sopralluogo nell’area da parte della Polizia locale e dei tecnici della ditta installatrice, per individuare i punti che hanno bisogno di essere ‘illuminati’, sia con la luce che con i sistemi di sicurezza passiva. L’ipotesi è di installare sei nuove telecamere, in particolare in via Nicola da Guardiagrele, via Coppa Zuccari e via Benedetto Croce, all’incrocio con via delle Playe e in via Franchi.

E’ stata affrontata l’urgenza di installare pali della pubblica illuminazione in via Piermarini e in via Fratelli Grue.

Leave a Comment